Guerrieri, la chance della vita: con Proto out può far svoltare la sua carriera

Guido Guerrieri

Cresciuto nelle giovanili con Inzaghi, talento annunciato, con il belga che pensa al ritiro, potrebbe esser promosso anche per la prossima stagione come vice di Strakosha

Un numero fortunato. Nella sua ancor giovane carriera di allenatore Simone Inzaghi ha spesso dato spazio a giocatori nati nel 1996. Non un caso in realtà, perché da Murgia a Palombi, si tratta di ragazzi che il tecnico biancoceleste ha conosciuto quando erano insieme nel settore giovanile biancoceleste, e, professionalmente, sono cresciuti insieme. Fra di loro c’era anche Guido Guerrieri. Ragazzo dell’Eur, cresciuto con la passione per il calcio e per Angelo Peruzzi.

Per questo, fin da piccolissimo, si è messo in porta, cercando, con le sue parate, di dare l’ultima mano alla squadra nei momenti di difficoltà. Da qualche stagione è il terzo portiere della Lazio, ma con Silvio Proto attualmente in Belgio (e che non ha nascosto di riflettere anche sulla possibilità di ritirarsi), potrebbe sfruttare l’occasione per fare un passo avanti nelle gerarchie ed esser promosso, anche per la prossima stagione, come vice di Strakosha.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *