Is Arenas: Cellino, cade l’accusa di peculato. Ma è condannato a due anni per delitto ambientale

Massimo Cellino, attuale presidente del Brescia. Ansa

Per la vicenda dello stadio di Quartu Sant’Elena l’ex presidente del Cagliari, oggi patron del Brescia, nel 2014 era finito in carcere

L’ex presidente del Cagliari Calcio e attuale patron del Brescia, Massimo Cellino, è stato condannato a due anni per violazioni paesaggistiche nell’ambito dell’inchiesta sulla realizzazione dello stadio Is Arenas a Quartu Sant’Elena (Cagliari). Assolto per non aver commesso il fatto dalla più grave accusa di peculato, l’ex patron rossoblu, è stato ritenuto responsabile solo di un delitto ambientale, una contestazione già sulla strada della prescrizione.

Mentre sono stati assolti da tutti i capi di imputazione l’ex sindaco di Quartu, Mauro Contini e l’ex assessore ai Lavori Pubblici Stefano Lillu.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *