Milan scatenato: in pugno Tomori, si chiude a breve. A sinistra spunta Firpo

L’incontro con il Chelsea per definire l’arrivo del centrale è stato rimandato a mercoledì. Da risolvere il nodo relativo alla cifra del riscatto: Il laterale blaugrana, invece, può essere il vice Theo

Stavolta il Milan vuole fare chiarezza sul diritto di riscatto prima di formalizzare il prestito di Fikayo Tomori, il difensore del Chelsea da giorni sulla bocca di tutti. Ormai le parti danno per scontato l’affare, anche perché il nazionale inglese (vanta una presenza) preme per questa soluzione. Come ha ammesso ieri Paolo Maldini nel parlare a Sky, il Milan lo segue già dal mercato estivo, a riprova che non è un obiettivo last minute.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Chelsea 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Rosa completa? Sì, ma questo Papu in uscita a Conte piace parecchio

Al momento non c’e trattativa tra Atalanta e Inter, però tanta stima da parte del tecnico nei confronti di Gomez. Se partisse Eriksen..

E se fosse il Papu l’uomo in più per la volata-scudetto? Difficile, ma non impossibile: dipenderà da mille fattori – in primis economici -, ma non parliamo di Fantacalcio. Ovviamente non è il caso di usare i titoloni, allo stato attuale la trattativa non c’è (forse mai ci sarà), tuttavia il 10 dell’Atalanta è giocatore forte, pronto, una ‘alla Conte’ che per l’Inter del secondo anno ha puntato anche su giocatori esperti, in grado di colmare da subito il gap con la Juventus. Parliamo di 30enni e oltre, magari di classe ‘88 come Alejandro (per una volta chiamiamolo con il suo vero, giusto per ricordarlo). L’argentino piace ad Antonio, anche se non è detto che ciò possa bastare per ipotizzare un discorso approfondito con il club dei Percassi.

Un «bad boy» per rialzare la Fiorentina: ecco Kokorin come spalla di Vlahovic

Dai colpi di pistola a un matrimonio fino al carcere: l’esterno russo in passato non è stato un modello di comportamento fuori dal campo. Ma ora dicono che sia cambiato.

Aleksandr Kokorin alla Fiorentina dopo un mini inseguimento, lungo poco più di un mese. È lui, certo che è lui, l’attaccante esterno che i viola hanno scelto per scortare nel migliore dei modi Vlahovic. All’alba dei suoi 30 anni e malgrado le smentite di Daniele Pradè che prima di Natale disse «mai trattato», evidentemente un goffo tentativo di nascondere un’operazione ormai in dirittura.

Lo Spartak Mosca ha aperto, 5 milioni di euro sono una bella scommessa, possibilmente da vincere, per quello che da molti ancora oggi è definito il miglior calciatore russo in circolazione. I colpi li ha, li ha sempre avuti. La testa l’ha messa a posto, almeno questa è una speranza, semplicemente perché la fallimentare Fiorentina ha bisogno di lui.

Milan-Tomori, rush finale. Accordo vicinissimo con il Chelsea, mancano solo le firme

La trattativa per il difensore è alle battute finali. La firma potrebbe arrivare nelle prossime ore

Accordo vicinissimo tra il Chelsea e il Milan per il prestito di sei mesi del difensore Fikayo Tomori. Mancano, però, le ultime firme. Insomma, siamo all’ultimo chilometro (o miglio, rispettando le usanze inglesi). Si ragiona sui dettagli, cioè i bonus, oltre che sull’entità del diritto di riscatto, destinato ad essere di poco superiore ai 20 milioni di euro.

Calciomercato: vertice Fiorentina, Huntelaar allo Schalke. Il Marsiglia aspetta Milik

Viola da Commisso dopo la disfatta di Napoli. Il club francese invece ha alzato l’offerta e aspetta una risposta per il polacco. L’olandese torna «a casa» per rincorrere la salvezza

Tutte le notizie di mercato di oggi, martedì 19 gennaio 2021.

Acquisto maglie calcio poco prezzo online,maglia Napoli 2020 personalizzate,per fornire il miglior servizio al prezzo più basso. Benvenuti a questo acquisto.

Lo firmi? Le maglie di Belgrano propongono un contratto tra club e tifoso

La prima premiere di t-shirt del 2021 in Argentina è portata da Belgrano de Córdoba. El Pirata ha presentato le sue divise in pubblico questo sabato con Givova (un marchio che sostituisce Kappa) e le presenterà in anteprima in campo oggi domenica, quando la squadra affronterà San Martín de San Juan, in un duello valido per la Prima Nazionale.

Maglie Belgrano 2021

Il debutto del marchio italiano è abbastanza semplice. Base azzurra, con dettagli bianchi sul girocollo, sui polsini e sulla parte inferiore delle maniche.

Mandzukic, che fame: «Milan, qui per vincere trofei. Io un animale come Ibra»

Il croato suona la carica: «Gioco a calcio per essere fra i migliori». Poi tranquillizza i tifosi: «Ho lavorato duramente per meritare la chiamata di una squadra così»

Prime foto, primi allenamenti e ora anche le prime parole da giocatore del Milan per Mario Mandzukic, che ha parlato ai microfoni ufficiali del club. tanti i temi toccati, a partire dai motivi per cui ha scelto la maglia rossonera: «Il principale è che si tratta di una società storica, che soddisfa totalmente le mie ambizioni – ha spiegato – ho lavorato duramente per meritare la chiamata di una squadra così».

Insomma, la lontananza da campionati competitivi (ha vissuto il 2020 in Qatar con l’Al-Duhai) non lo ha penalizzato: «Nell’ultimo periodo mi sono allenato tanto per tornare a vincere trofei, quindi il Milan non si deve preoccupare». A Milano ritroverà un ex compagno del Wolfsburg, cioè Kjaer: «È un bravo ragazzo e sono contento di ritrovarlo. Con le sue prestazioni ha dimostrato di essere una colonna della difesa».

Adidas torna alle maglie Monumental: Colo Colo 2021

Mentre lottava per evitare la prima retrocessione nella sua storia, Colo Colo ha completato il suo cambio di sponsor sportivo e ha presentato le maglie che indosserà durante la stagione 2021 con adidas. Il brand tedesco approda al Monumental Stadium, dopo che gli albos hanno interrotto bruscamente e prematuramente il loro rapporto con Umbro, in un’alleanza che durerà per i prossimi sei anni.

Maglie Adidas Colo Colo 2021

Non è la prima volta che adidas veste il Cacique. Le tre strisce hanno adornato la fascia elastica Colo Colo negli anni ’80 e nella prima metà degli anni ’90, compresa la campagna che si è conclusa con il titolo internazionale più importante nella storia del calcio cileno, la Copa Libertadores del 1991.

Non solo Shomurodov: i gioielli da prendere a Samarcanda. C’è anche il Buffon uzbeko.

Il c.t. della nazionale Vadim Abramov presenta tutto il meglio di una zona in forte ascesa, anche calcistica

“Terra di mezzo” senza anelli o signori oscuri, ma sovrani eccentrici, condottieri, esploratori, cercatori d’oro e petrolieri avidi. L’Uzbekistan è preda di conquiste fin dall’antichità. Il deserto rosso taglia in due il Paese da millenni, la Via della Seta l’ha reso famoso, e Alessandro Magno passò da lì prima di conquistare Samarcanda: “Non pensavo fosse così bella”, disse una volta espugnata. Gemma improvvisa tra sabbia, vento, gelo e storia. Da quest’anno pure il calcio ne na una da sfoggiare, perché Eldor Shomurodov è diventato il primo uzbeko a segnare in Serie A e il secondo in Italia dopo Zeytullayev (ex Juve e Genoa).